C’è chi lo considera il “più grande centro storico d’Europa”; per altri, è la più bella piazza sul Mediterraneo. Il Porto Antico di Genova ha rappresentato e rappresenta tutt’ora una delle zone di maggior interesse turistico della città, centro di attrazione per il numero e l’importanza degli eventi che ospita, oltre che per la varietà dei servizi offerti. Il porto di Genova, in generale, è considerato uno sbocco strategico per gli affari a livello nazionale e internazionale; un valore aggiunto, funzionale e simbolico.

Come in ogni area portuale troviamo attività relative al traffico di merci e persone, ma il Porto Antico offre molto di più: è infatti una zona turistica, culturale e abitativa al tempo stesso. Qui la tradizione marittima incontra lo spirito di una città di mare, crocevia culturale che colora il quotidiano delle persone che vi abitano con lo sguardo ammirato dei turisti che scoprono le bellezze artistiche e culturali di Genova, città che nasconde i propri tesori invece che ostentarli.

Il Porto Antico, restituendo ai genovesi il respiro del mare, è riuscito a rievocare il tempo in cui il porto era il cuore pulsante della città; ha fatto rivivere la voglia di ritrovarsi sulle panchine di ferro della cala, per ammirare il meraviglioso tramonto che colora di ambra e porpora i prospetti dei palazzi che cingono i moli e i pontili un abbraccio senza tempo.

Proprio dal legame con quella “corda marcia d’acqua e di sale” cantata da Fabrizio de André è nata venti anni fa l’opera di rivalutazione e riqualificazione del Porto Antico: un’operazione che, nelle sapienti mani dell’architetto Renzo Piano, ha restituito l’anima all’antica Repubblica Marinara, trasformando la grigia e male illuminata Piazza Caricamento in un centro d’attrazione dove passato e futuro si rincorrono come le onde del mare.

Chi vuole godere delle opere architettoniche realizzate al Porto Antico può ammirare la Biosfera, lo spettacolare Bigo; la prima, una sfera in vetro e acciaio al cui interno prosperano specie di piante tropicali; quasi a voler ricordare ai genovesi le avventure dei loro avi, che viaggiando e mercanteggiando lungo le rotte esotiche d’Oriente, portarono a Genova onori e ricchezze. Il grande Bigo invece, lo strumento col quale un tempo si caricavano e scaricavano le navi, è oggi un monumento di metallo che sorregge le tensostrutture a vela, oltre che ascensore panoramico per offrire ai turisti uno sguardo dall’alto sulla Superba; la stessa altezza delle coffe dei velieri, da cui le vedette cercavano di scorgere la propria casa dopo anni di mare.

veduta del Porto Antico dal mare
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn
Coloro che invece vogliono gioire delle bellezze artistiche possono visitare Porta Siberia, dalla quale, nel Cinquecento, transitavano le derrate alimentari; all’interno della porta,il museo in onore del pittore del luogo Emanuele Luzzati; il Museo del Mare, per mangiare gallette nel brodo di Farro insieme ai fantasmi dei marinai…

Chi vuole soddisfare il proprio palato da gourmet, all’interno dell’Edificio Millo può trovare ampia scelta da Eataly, oltre a diversi bar, gelaterie e ristoranti presenti sia all’interno dell’edificio che nelle aree prospicenti; come ai Magazzini del Cotone, luogo in cui sono presenti diverse strutture culturali e il Centro Congressi, la seconda area fieristica più importante dopo il Salone Nautico. Chi invece vuole capire Genova e i genovesi, davanti al tavolo della colazione deve virare di bordo e navigare nei “caruggi” fino a uno dei panifici di “Canneto il Curto”, e cominciare la giornata con due etti di focaccia calda all’olio d’oliva, innaffiata da un buon bicchiere di Vermentino fresco: è così che s’impara a navigare a Genova…

Il Porto Antico è anche vissuto come luogo di ritrovo delle famiglie. Chi vuole organizzare una vacanza in Liguria con bambini, sa che li farà felici visitando il famoso Acquario di Genova: mostra vivente di oltre 400 specie acquatiche in 70 vasche espositive, rappresenta un emozionante immersione nei mari del mondo attraverso suggestivi percorsi, in una tipologia di visita che unisce educazione e divertimento.
L’Acquario è tra le principali attrazioni della città, e le dimensioni della struttura (il più grande acquario italiano e il secondo d’Europa), insieme alla grande varietà di specie, ogni anno richiama da tutto il mondo milioni di turisti.

L’Acquario non è l’unica attrazione per le famiglie all’interno del Porto Antico: La Città dei Bambini e la Biblioteca civica Edmondo de Amicis, entrambi ai Magazzini del Cotone, o il piazzale antistante il Mandraccio, dove anche i bambini con disabilità possono sperimentare giochi insieme ai normodotati, sono tappe obbligate per i genitori che decidono di vivere una vacanza insieme ai propri figli.

 

Abbiamo fornito una panoramica del Porto Antico e delle sue proposte, non sono però sufficienti le nostre parole per descrivere appieno la vastità di eventi e attrazioni di questa “città nella città”.

Siamo consapevoli delle diverse opportunità turistiche che la zona può offrire, non è facile poterne godere appieno in un breve soggiorno, specie se ci si trova piuttosto distanti.

Eppure La Casa Ligure offre l’opportunità ai suoi ospiti di visitare il Porto Antico senza dovere prendere alcun mezzo per raggiungerlo, soggiornando a due passi dall’area. L’Appartamento Marina Porto Antico è infatti un immobile distante 50 metri dall’Acquario di Genova e dalle altre attrazioni del Porto Antico, un caseggiato moderno e completamente dotato di comfort. Inoltre, è un punto di partenza ideale per visitare gli altri luoghi d’interesse della città.

Per altre informazioni sui luoghi turistici di Genova visita la sezione “Da Vedere”. Se invece desideri contattarci, ti consigliamo di compilare il seguente modulo.

Pin It on Pinterest

Condividi!

Condividi con i tuoi amici le opportunità che offre La Casa Ligure!